Passa ai contenuti principali

Quanti giocattoli, dove li metto?



Ma quanti giocattoli hanno i nostri bambini?
A volte penso che sia una quantità esagerata e che, prima o poi, ne verremo sommersi, tra compleanni e onomastici, regali di promozione, regalini settimanali dei nonni, le stanze dei nostri figli sono piene di giocattoli che inevitabilmente, troviamo sparpagliati per tutta la casa: salone, cucina, corridoio... nessuna stanza si salva.

Come possiamo organizzarci? Abbiamo rigirato la domanda ad un'amica Germana Chiricò che di professione fa la professional organizer, ecco i suoi consigli:

La cameretta è un luogo magico, che custodisce tutte le cose più preziose dei nostri bambini. I loro giocattoli tanto amati si mischiano sugli scaffali e sul pavimento, si ammucchiano sullo scrittoio e ai piedi del letto, pronti a dare vita a tanti giochi sempre diversi, a scatenare la fantasia e la creatività.
Il disordine gioioso e giocoso dei giocattoli è però pur sempre disordine, e se non troviamo ad ogni cosa la giusta collocazione, ben presto la confusione avrà il sopravvento!
Organizziamo insieme i giochi dei nostri piccoli allora: loro troveranno quel che cercano senza dovere sempre ricorrere al nostro aiuto e noi avremo una cameretta comoda e funzionale, facile da rimettere in ordine giocando!
  1. Per iniziare liberiamo gli spazi da ciò che è superfluo: i giocattoli ormai non più adatti all’età possono essere donati ad asili e case famiglia o a cuginetti e amici più piccoli. A volte noi genitori ci affezioniamo ai giocattoli più di quanto non facciano i loro proprietari: un trucco salva spazio per trattenere il ricordo è fotografare i nostri piccoli mentre giocano!

    http://mastrogeppettoshop.it/ps/home/926-animal-mini-libreria.html
  2. Posizioniamo giochi e libri ad altezza di bimbo: in basso teniamo i loro preferiti, un po’ più in alto quelli che usano meno. Procediamo insieme alla rotazione periodica dei giochi per far sì che siano sempre tutti a portata di mano!


  3. Contenitori per tutti i gusti, ne esistono di tanti tipi e dimensioni, in legno, cartone, coloratissimi: l’importante è che la scelta dei giocattoli da riporre nei diversi contenitori venga fatta insieme ai bambini. I loro criteri di catalogazione possono essere molto diversi dai nostri; un adulto probabilmente dividerebbe i peluche dai pupazzi di gomma, i piccoli potrebbero dividerli in “buoni” e “monelli” o tenerli insieme a seconda dell’occasione in cui li hanno ricevuti. Per aiutarli a ritrovare il posto giusto per ogni gioco, fotografiamo il contenuto, oppure scriviamolo su una bella etichetta.

  4. Creare box temporanei è un ottimo metodo per evitare di avere giochi e oggetti sparsi per casa: i bambini amano giocare con tante cose insieme, mischiando le costruzioni alle macchinine. Se il gioco, come spesso accade, si ripete per diversi giorni, si può predisporre una scatola dove riporre tutti i giocattoli “misti” da tenerein uno spazio sullo scaffale. Quando il gioco cambia, i giocattoli vecchi torneranno al proprio posto, sostituiti da quelli nuovi nel box.

  5. Un contenitore “jolly” come un tappeto raccogli giochi o altro (un carretto, una carriola, un cesto) da tenere sempre a portata di mano, aiuterà a raccogliere insieme tutti i giochi in giro per casa, alla sera: appena possibile, ogni cosa tornerà al proprio posto in un batter d’occhio!
È importante scegliere i contenitori tenendo conto dello spazio disponibile e della quantità dei giocattoli - e soprattutto decidere il posto di ogni cosa insieme ai piccoli: questi due accorgimenti aiutano i nostri bambini ad acquisire autonomia nel prendere e riporre i loro amati compagni di giochi ed imparare ad essere più organizzati!

Con questi pratici consigli non abbiamo più scuse per trovare posto ai giocattoli, se non bastasse vi suggeriamo di dare un'occhiata al nostro sito, troverete delle soluzioni adatte a riporre i giochi: ceste porta giochi, tappeti, scatole e cassapanche utili per fare ordine ai giochi dei nostri bambini.

Commenti

Post popolari in questo blog

5 idee regalo per bambini: lo shopping natalizio si fa online

Anche se con un po' di anticipo il clima natalizio è già nell'aria!
Passeggiando per la città, tutto mi parla del Natale, le vetrine dei negozi piene di stelle, renne e alberelli, le lucine e gli addobbi per le vie, l'aria più festaiola e allegra.
Anche a casa, Chiara a novembre ci aveva già chiesto di tirare fuori l'albero di Natale. Abbiamo acceso anche il camino e per merenda prepariamo cioccolata calda e i biscotti.
In questo clima preparatorio alla festa per eccellenza, vogliamo proporvi una selezione di giocattoli che potete donare ai vostri bambini, cuginetti, nipotini e amichetti e renderli felici a Natale.

Casa delle bambole di legnoQuanti ricordi la casa delle bambole, Chiara ed io passavamo ore a giocare con i personaggi soltanto che lei era la mamma, Mario il papà ed io la figlia. C’erano nonno Tano ed Anna, amici, zii e cuginetti. Pranzavamo sul tavolo del soggiorno, poi guardavamo la tv, ci mettevamo a letto, facevamo la doccia e uscivamo in macchina… …

Giochi terapeutici per bambini speciali

Oggi vi vogliamo parlare dei nostri bambini speciali: amici adorabili che frequentano il nostro negozio accompagnati dalle loro instancabili mamme o dai meravigliosi papà, bambini che vivono in un mondo fantastico tutto loro, bambini che non parlano ma avrebbero mille cose da dire, bambini che giornalmente devono combattere proprio come i super-eroi contro un nemico più o meno cattivo.

Alcuni ci salutano perché ormai siamo diventati amici, altri ancora no (dobbiamo farne di strada per entrare nel loro cuore), alcuni stanno in disparte e in silenzio ripetendo lo stesso movimento, altri curiosi toccano i giochi da cui sono più attratti e iniziano a giocarci.

Noi li lasciamo fare cercando di conquistare la loro fiducia e di entrare in punta di piedi nel loro spazio.

I genitori vengono da noi perché i bambini hanno giocato con i nostri prodotti dalla terapeuta o perché incuriositi hanno gironzolato sul nostro sito e hanno trovato quello che cercavano o perché già ci conoscono e sanno di…